Strategie

Ragazza di provincia, soubrette della sconfitta. Una celebrità!

The Beatles - Something

Ho dei bellissimi ricordi legati a queste canzoni. Di quando mi accarezzava la schiena dopo aver fatto l’amore, e nel mentre mi cantava  dolcemente. 

Sono una romantica di merda. Ma ricordare senza esser triste è un grande traguardo.

Ho rivisto “Her”, e cresce sempre più in me il desiderio di avere un sistema operativo intelligente con cui parlare per tutto il giorno. Sono una persona triste.

Alte quote. Polmoni approfittatene!
Dev’essermi caduta la corona… 
Di braccia l’omino Michelin

Vi odio tutti, nel baratro

Perché io alle 22:53 ho la geniale idea di mettermi a fare la relazione di tirocinio? Perché.

Non ho nemmeno la forza di sollevare la lingua… Aiuto.

Essere (?)
Sono un mostro, di quelli che stanno sotto il letto.                                  
Al massimo dentro l’armadio.

Desperate

Vorrei ci fosse più spazio per la sessione estiva nel mio cervello, e non per la tua immagine. Che poi non è giusto, oggettivamente. Avete presente l’amore platonico, a 12 anni? Ecco, con la differenza che io ne ho più di 20. Ridiculousness.

 

Tu sei in divieto di sosta, io… sono in rimozione! Poche parole… Parcheggerò mai il tuo nome?

Alzo gli occhi (?)

Voglio qualcuno accanto a me, qualcuno che abbia i miei stessi bisogni. Anche un amico, qualcuno con cui condividere almeno gli stessi interessi… Qualcuno che venga alle 4 del pomeriggio sotto casa e mi trascini fuori, andiamo al parco! Però prima passiamo all’LD a prendere le birre. Andiamo, e ci addormentiamo sull’erba già secca, stando attenti alle siringhe. Qualcuno a cui non importa se la sporcizia si incastra tra i miei capelli, e non importa se io abbia pure la ricrescita. L’importante è ascoltare i miei no sense, nostri. E non essere fraintesa, parlare delle nostre ustioni e di quanti pizzichi abbiamo, di come sia dimagrita e dei perché. Perché abbiamo la necessità di dormire, per esempio? Percorriamo la pista ciclabile, dal porto allo stadio… sotto il sole, che ormai tramonta… camminiamo accanto al fiume malato e sporco, tra gli insetti. Vorrei uscire con lui la notte…il lunedì….o il sabato! Potremmo camminare senza meta e perderci nella vecchia marina, poi salire a castello, con la speranza di vedere le stelle. Tornare alle 5, dormire tre ore, svegliarsi ed andare al mercatino di Viale Trento a frugare dentro vecchie scatole, comprare soprammobili placcati, ventagli bucati… inutilità rubate il giorno prima da un uomo che non sa più come andare avanti. Andiamo, guardiamo le vecchie macchine fotografiche, ci sono anche le polaroid… che fungeranno poi da soprammobili. Cosa lo scrivo a fare? Vorrei fosse tutto così semplice, solo semplice.